Musica Classica on line - Notizie, eventi, biografie, musica & video sulla rete.

Musica Classica e opera di Classissima

Daniel Barenboim

lunedì 26 settembre 2016


Wanderer's Blog

17 maggio

CARMEN di Bizet (Milano,2009) su Rai 5

Wanderer Locandina dello spettacolo Spettacolo inaugurale della stagione 2009/10 questa Carmen fu un po’ considerata un evento perché fu il debutto di Emma Dante nella regia d’opera. Ne scrissi a suo tempo su questo blog: https://musicofilia.wordpress.com/2009/12/08/carmen-secondo-emma-dante-e-barenboim-alla-scala/ e anche in occasione della prima diffusione Rai avvenuta due anni dopo: https://musicofilia.wordpress.com/2011/11/27/carmen-scala2009-su-rai-5/ Rai 5 ore 10:00 ca. con replica martedì pomeriggio.

Wanderer's Blog

20 giugno

La Festa della Musica 2015 su Arte

Come già gentilmente segnalato, domani, 21 giugno 2015, su Arte dalle 13:00 Fête de la Musique 2015. http://www.arte.tv/guide/fr/20150621 Tra le cose più interessanti: il concerto da Berlino diretto da Barenboim e La Traviata con la regia di Rolando Villazón e con Olga Peretyatko nel ruolo di Violetta. Scena da La Traviata © Andrea Kremper




Wanderer's Blog

25 dicembre

NEUJAHRSKONZERT DER WIENER PHILHARMONIKER 2015 (Concerto di Capodanno da Vienna 2015): il programma

Zubin Mehta ©Terry Linke Finalmente si conosce il programma del Concerto di Capodanno di Vienna: Franz von Suppé Ein Morgen, ein Mittag, ein Abend in Wien Johann Strauß Märchen aus dem Orient, Walzer Josef Strauß Wiener Leben, Polka franҫaise Eduard Strauß Wo man lacht und lebt, Polka schnell Josef Strauß Dorfschwalben aus Österreich, Walzer Johann Strauß Vom Donaustrande, Polka schnell Johann Strauß Perpetuum mobile Johann Strauß Accelerationen, Walzer Johann Strauß Elektro-magnetische Polka Eduard Strauß Mit Dampf, Polka schnell Johann Strauß An der Elbe, Walzer Hans Christian Lumbye Champagner-Galopp Johann Strauß Studenten-Polka Johann Strauß Vater Freiheits-Marsch Johann Strauß Annen Polka Johann Strauß Wein, Weib und Gesang, Walzer Eduard Strauß Mit Chic, Polka schnell Johann Strauß Explosions-Polka, Polka schnell Johann Strauß An der schönen blauen Donau, op. 314 Johann Strauß Vater Radetzky-Marsch, op. 228 Sarà trasmesso in diretta tv da ORF2 e da ZDF alle 11:15, in differita da Raidue alle 13:30 e da Rai 5 alle 21:15 Wiener Staatsballett – Neujahrskonzert 2015 © ORF / Milenko Badzic ————- Qualche impressione a caldo dopo la diretta su ZDF: un bel concerto di Capodanno; secondo me uno dei migliori degli ultimi anni. Di gran lunga superiore a quello dello scorso anno con un Barenboim decisamente fuori repertorio, migliore di quelli di Welser-Moest, piuttosto dimessi nella loro correttezza e niente più e credo superiore anche a quello di Jansons 2012, deludente (almeno per me) rispetto a quello del 2006. Mehta è al suo quinto Neujahrskonzert e mi è parso migliorare nel corso del tempo. Poche gag (lo champagne dopo il brano di Lumbye e lo scoppio dei coriandoli dopo la Explosions Polka), meno allegria del solito forse: be’ sono tempi duri…… Può darsi che scriverò qualcosa in più in altro post. Nel frattempo: Prosit Neujahr!!! Il prossimo anno sul podio sarà Mariss Jansons. Il programma lo conosceremo sette giorni prima del concerto…. —– Qualche commento in più: https://musicofilia.wordpress.com/2015/01/02/concerti-di-capodanno-2015-da-berlino-a-venezia-passando-da-vienna/



Wanderer's Blog

8 dicembre

Il “Fidelio” alla Scala secondo Barenboim e Deborah Warner

Visto e ascoltato in diretta tv. Due momenti dell’opera lirica continuano in me a suscitare emozione anche dopo innumerevoli ascolti, come se fosse la prima volta: il finale delle Nozze di Figaro di Mozart in cui il Conte si inginocchia e chiede perdono alla moglie (“Contessa, perdono”) e il momento nel Fidelio in cui Leonore/Fidelio si frappone tra Florestan e Pizzarro che vuole pugnalarlo urlando “Zurück” e poi “Durchbohren mußt du erst diese Brust” e ancora “Töt’ erst sein Weib!”. Leonore svela la propria identità e salva il marito. Ancora ieri sera la stessa emozione nel momento culminante dell’opera. Segue quello che secondo me è il più bel duetto d’amore in assoluto, pur nella sua estrema brevità: “O namenlose Freude” in cui ci aspetterebbe almeno un forte abbraccio tra i due coniugi ricongiunti come in questo vecchio allestimento secondo vetusta tradizione: Invece ieri sera alla Scala Florestan e Leonore mantenevano le distanze come se fossero due estranei: boh! Alla faccia della gioia inesprimibile…. Deborah Warner, in obbedienza agli imperativi odierni di moda nei teatri, sposta la vicenda nel contemporaneo, come se ce ne fosse bisogno, visto che quanto sta alla base del Fidelio era e resta, purtroppo, “contemporaneo”. La contemporaneità è più che altro nei costumi, in quanto la scena (un carcere) può essere atemporale. In questo caso parrebbe una fabbrica dismessa, ma poco importa. C’è però un aspetto che secondo me non funziona molto: Fidelio è un’opera che si fonda anche su un travestimento. Una donna si traveste da uomo e tale si fa credere per introdursi nel carcere e salvare il marito. Non è, come qualche illustre intervistato ha detto ieri sera, un ruolo en travesti come Tancredi, Cherubino, Octavian; qui la donna è donna e resta donna. Perché la cosa teatralmente conservi un minimo di credibilità scenica (ammesso che sia possibile) bisogna ambientarla in un contesto storico in cui abbigliamento maschile e femminile siano fortemente differenziati. Come ad es. in questo vecchio allestimento di Glyndebourne firmato Peter Hall: In epoca attuale, come nell’allestimento della Warner, in cui soprattutto nel casual l’unica differenza è, al limite, nella biancheria intima abbiamo una Leonore che continua a essere vestita da donna (pur nel travestimento) e c’è davvero da domandarsi come Marzelline potesse confonderla al punto da innamorarsene . Saranno forse sciocchezze, però si spiega il tweet in cui questo Fidelio e Marzelline nell’allestimento della Scala viene confuso con un bacio saffico. [Escludo che la Warner volesse dar simile lettura, allora meglio essere molto chiari]. L’allestimento a parte questo spostamento temporale, viaggia poi su binari convenzionali, quindi nessuna ardita rilettura e meglio così… La regia non mi è parsa molto curata insomma non era poi diversa da quelle di tanti anni fa in cui i registi si limitavano a disciplinare le masse e i cantanti. Della Warner conoscevo l’Onegin che aveva inaugurato il Met nel 2013/14: allestimento molto avversato dalla critica perché lasciato a metà e completato da Fiona Shaw; si lamentava oltre all’ambientazione anche e soprattutto la mancanza di vera e propria regia. Non mi pare, parere mio personale basato su visione tv e discutibilissimo, che stavolta sia andata meglio anche se la Warner ha portato a termine il tutto. Daniel Barenboim ha avuto calorose manifestazioni di affetto dal pubblico che ha voluto ringraziarlo così della sua attività pluriennale nel Teatro. Ha dato una lettura un po’ vecchia maniera, alla Furtwängler per intenderci, con sonorità turgide e corpose e iniziando l’opera con la Leonore n.2 invece che con l’Ouverture. Insomma se sul palcoscenico si cercava a tutti i costi la contemporaneità nella buca si tornava indietro di almeno 60 anni (Toscanini era già più attuale). Comunque una lettura condotta coerentemente con orchestra in ottima forma. Cantanti molto convincenti: in particolare Anja Kampe, ottima Leonore, ma anche Kwangchul Youn, splendido Rocco. Una lettura come quella di Barenboim avrebbe necessitato di un Heldentenor: trovalo oggi! Klaus Florian Vogt certo tale non è. Un Florestan sofferto e dolente certo, forse inserito meglio in un altro contesto interpretativo. Falck Struckmann è l’ideale per impersonare il cattivo e anche stavolta c’è ben riuscito: un Pizzarro efficacissimo. Peter Mattei era il lussuoso cameo di Don Fernando e Mojca Erdmann e Florian Hoffmann due freschi e simpatici Marzelline e Jaquino. Coro come sempre splendido. Applausi trionfali al termine. Nessun “buu”: evidentemente un allestimento del Fidelio non si presta a questo genere di contestazioni. Applausi finali Qualcuno ha lamentato l’assenza del Presidente Napolitano (ha i suoi annetti…) e del Presidente del Consiglio (ma è già fin troppo onnipresente…).

Musica Classica e opera di Classissima



[+] Altre notizie (Daniel Barenboim)
11 gen
Sfera Wordpress -...
23 nov
Sfera Wordpress -...
20 giu
Sfera Wordpress -...
20 giu
Wanderer's Blog
17 mag
Wanderer's Blog
17 mag
Sfera Wordpress -...
16 apr
Sfera Wordpress -...
25 dic
Sfera Wordpress -...
25 dic
Wanderer's Blog
11 dic
Musica lirica - L...
8 dic
Sfera Wordpress -...
8 dic
Wanderer's Blog
7 dic
Musica classica -...
6 dic
Sfera Wordpress -...
5 dic
Musica classica -...
4 dic
Sfera Wordpress -...
4 dic
Wanderer's Blog
13 nov
Sfera Wordpress -...
15 ott
Sfera Wordpress -...
3 lug
Wanderer's Blog

Daniel Barenboim




Barenboim sulla rete...



Daniel Barenboim »

Grandi direttori d'orchestra

Pianista Chopin Verdi Messa Da Requiem Wagner Musica Sveglia Il Tempo Che Tempo Che Fa Scala Chicago Symphony Orchestra

Since January 2009, Classissima has simplified access to classical music and enlarged its audience.
With innovative sections, Classissima assists newbies and classical music lovers in their web experience.


Grandi direttori d'orchestra, Grandi strumentisti, Grandi cantanti lirici
 
Grandi compositori di musica classica
Bach
Beethoven
Brahms
Cajkovskij
Debussy
Handel
Mendelsohn
Mozart
Ravel
Schubert
Verdi
Vivaldi
Wagner
[...]


Esplora 10 secoli di musica classica...